Come si è ripresa l'industria della birra? Guarda le barre di avanzamento di questi paesi

Bar e ristoranti aperti uno dopo l'altro, insieme alla ripresa dell'economia notturna e alla fiorente economia delle bancarelle, il mercato nazionale della birra ha mostrato un buon slancio di ripresa. E i colleghi stranieri? Birrifici artigianali statunitensi che una volta erano preoccupati di non riuscire a sopravvivere, bar europei supportati da buoni per bevande e alcuni birrifici. Adesso stanno bene?

 

Regno Unito: il bar aprirà al più presto il 4 luglio

Il segretario al commercio britannico Sharma ha affermato che l'apertura di bar e ristoranti "al più presto" dovrà attendere fino al 4 luglio. Di conseguenza, i pub britannici di quest'anno saranno chiusi per più dell'orario di lavoro.

Tuttavia, nelle ultime settimane, molti bar nel Regno Unito offrono birra da asporto, che è molto popolare tra i bevitori. Così tanti amanti della birra si sono goduti la prima birra da pub da mesi per strada.

Anche i bar di altri paesi europei stanno riaprendo o stanno per riaprire. In precedenza, molte aziende produttrici di birra incoraggiavano gli amanti della birra ad acquistare buoni in anticipo per sostenere bar temporaneamente chiusi. Ora, quando questi bar potranno riaprire, ben 1 milione di bottiglie di birra gratis o prepagate stanno aspettando l'arrivo dei bevitori.

 

Australia: i commercianti di vino chiedono una moratoria sugli aumenti delle tasse sugli alcolici

Secondo i resoconti dei media stranieri, i produttori australiani di birra, vino e liquori, hotel e club hanno proposto congiuntamente al governo federale di sospendere gli aumenti delle tasse sugli alcolici.

Brett Heffernan, amministratore delegato dell'Australian Brewers Association, ritiene che ora non sia il momento di aumentare le tasse sui consumi. "L'aumento della tassa sulla birra sarà un altro duro colpo per clienti e proprietari di bar".

Secondo l'Australian Alcoholic Beverage Company, le vendite di bevande alcoliche in Australia sono diminuite drasticamente a causa dell'impatto della nuova epidemia di corona. Ad aprile, le vendite di birra sono diminuite del 44% su base annua e le vendite sono diminuite del 55% su base annua. A maggio, le vendite di birra sono diminuite del 19% su base annua e le vendite sono diminuite del 26% su base annua.

 

Stati Uniti: l'80% dei birrifici artigianali riceve finanziamenti PPP

Secondo l'ultimo sondaggio dell'American Brewers Association (BA) sull'impatto dell'epidemia sui birrifici artigianali, oltre l'80% dei birrifici artigianali ha dichiarato di aver ricevuto finanziamenti attraverso il Payroll Protection Program (PPP), il che li rende più fiduciosi a proposito del futuro. fiducia.

Un altro motivo dell'aumento dell'ottimismo è che gli Stati Uniti hanno iniziato a riaprire le attività e nella maggior parte degli Stati i birrifici sono elencati nell'elenco delle operazioni consentite in precedenza.

Ma le vendite della maggior parte dei produttori di birra sono diminuite e la metà di esse è diminuita del 50% o più. Di fronte a queste sfide, oltre a richiedere prestiti per il programma di garanzia salariale, i produttori di birra hanno anche tagliato i costi il ​​più possibile.


Tempo post: Sep-05-2020

Inviaci il tuo messaggio:

Scrivi qui il tuo messaggio e inviacelo